In documenti ufficiali per la prima volta Massenzatica è citata nel diploma di papa Benedetto VIII del 1013, col quale all'abbazia di Pomposa viene assegnata una zona che appunto comprende "Masinzatica usque monticello": poche capanne e un territorio dunoso, emergente dalle acque, da sfruttare per pascolo e legna e nel quale ritagliare qualche misero arativo. […]

Tratto da "Massenzatica - dal Comune al CUM -"

di G. Cori 

 

Per necessità di sintesi e di efficacia comunicativa, si rimanda alla comunicazione di Rosanna Giacoia tratta dagli Atti della VIII Riunione Scientifica (Trento, 14-15 Novembre 2002) a cura di Pietro Nervi, pubblicata dall'Università degli studi di Trento, Centro Studi e Documentazione sui Demani Civici e le Proprietà Collettive, dal titolo:

"Cosa apprendere dalla proprietà collettiva - La consuetudine fra tradizione e modernità"

 

pdfDal-diritto-di-pascolo-al-Consorzio-Uomini-di-Massenzatica_di-R.-Giacoia.pdf537 KB